Chiudi ×

puoi premere Esc per chiudere

In questo spazio potete visualizzare in tempo reale:

  • I nostri video
  • Le comunicazioni ai nostri clienti
  • Le promozioni in corso
  • Le previsioni meteo a Treviso nei prossimi 4 giorni

 

Georgica 2013

martedì, 23 aprile 2013

con il patrocinio del Comune di Guastalla Provincia di Reggio Emilia Regione Emilia Romagna

Georgica festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi

I° edizione

PROGRAMMA

mostra mercato di varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi e sementi

mostra mercato di prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati

festival di arte ambientale

fiera dei vagabondaggi, dei nomadismi, dei pellegrinaggi, delle transumanze e delle navigazioni di uomini ed altro

festa delle “singolarità territoriali”, del Po e di altre vie d’acqua

a cura di Officina di Progettazione architetto Vitaliano Biondi con Associazione Paese in Festa


Il 20 e 21 aprile 2013, sulle rive del Po, a Guastalla, prenderà il via la prima edizione di “Georgica”, festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi. “Georgica” nasce come ‘sorella’ primaverile di “Piante e Animali Perduti”. “Georgica” eredita da Piante e Animali Perduti lo stesso impegno nella difesa della biodiversità e della diversità enogastronomica.

Il termine Georgica rimanda, con immediatezza, alle georgiche del grande poeta latino Publio Virgilio che era di queste parti, essendo nato il 15 ottobre del 70 a.C. vicino a Mantova, e precisamente nel villaggio di Andes.

A differenza della manifestazione di fine settembre, che si sviluppa in ambito urbano, “Georgica” ha scelto come scenario le rive del Po, per celebrare ancor più la vita all’aria aperta e le pratiche di lavoro dei campi.

La manifestazione si svolgerà al lido Po, nelle stesse rive, un tempo affollate di bagnanti, gare sportive, feste e balli nel grande chalet, di refrigerio estivo nelle golene alberate, di bambini e colonie elioterapiche sugli “spiaggioni”, di braccianti e barcaioli che dal fiume hanno tratto la loro attività. Tempi in cui il fiume era parte integrante della città e di una comunità e come tale veniva vissuto dai suoi abitanti. E non solo da loro, se è vero che nel giorno di ferragosto del 1935 furono oltre 23.000 i turisti che arrivarono al lido in corriera, dalla stazione di Guastalla.

Oggi il fiume è malato, non più balneabile, non più risorsa economica e professionale. Ormai poco frequentato, talvolta guardato con diffidenza perché soggetto ai capricci dei mutamenti climatici, che lo vogliono, imprevedibilmente, ora in piena ora in secca, senza il ritmo delle sue passate stagioni. Guardando quelle rive, affiora la nostalgia per la perduta bellezza e per la somma di saperi che al fiume erano legati. Ma il territorio, pur piegato da un’agricoltura industrializzata, regala persistenze naturalistiche e culturali importanti: gli ambienti affascinanti delle golene, i monumenti, le chiese di campagna, numerosi tesori artistici da scoprire, prodotti della terra ed eccellenze gastronomiche. Un territorio da attraversare in bicicletta, fra alzaie e argini maestri, stradine di campagna e sentieri che lambiscono le rive del fiume.

E’ infatti nel silenzio e nella lentezza delle passeggiate all’aria aperta che, più che in ogni altro modo, è possibile cogliere atmosfere senza tempo e gli echi di una civiltà intera.

“Il teatro della manifestazione” avrà come palcoscenico, per spettacoli musicali, una motonave che fungerà anche da ristorante e sala per le conferenze che si svolgeranno durante l’evento.

O primavera, gioventù dell’anno,
bella madre dei fiori,
d’erbe novelle e di novelli amori…
Pastor fido

Giovanni Battista Guarini (1538-1612)

INFORMAZIONI
Officina di Progettazione Architetto Vitaliano Biondi, telefono 0522922111, e-mail: vitalianobiondi@libero.it

Fiorello Tagliavini, Cultura Teatro E Museo, Comune di Guastalla, telefono 0522838923, e-mail: f.tagliavini@comune.guastalla.re.it

Ufficio Turistico telefono 0522839763
sito: www.georgica.it.

X Chiudi

Tutti i campi sono obbligatori