Chiudi ×

puoi premere Esc per chiudere

In questo spazio potete visualizzare in tempo reale:

  • I nostri video
  • Le comunicazioni ai nostri clienti
  • Le promozioni in corso
  • Le previsioni meteo a Treviso nei prossimi 4 giorni

 

Chrysanthemum

giovedì, 21 settembre 2017

chrysanthemum-nipponicum

Chrysanthemum nipponicumVai alla scheda della pianta per acquistarla

CHRYSANTHEMUM

Alcuni cenni storici

Un filosofo Cinese ha detto:

Se vuoi la felicità per tutta la vita, cresci crisantemi

Il nome Chrysanthemum letteralmente significa fiore d’oro e credo di non sbagliare dicendo che nessuna margherita sia mai stata coltivata così largamente. Il crisantemo oggi è uno dei più importanti fiori recisi utilizzati per bouquet, boutonniere e composizioni floreali.

Nella cultura orientale il crisantemo ha un importantissimo valore simbolico legato strettamente all’augurio di una vita lunga e felice, di purezza, pace, fedeltà, nascita, energia e vitalità, e, non ultimo, di ringiovanimento. Un vero elisir!

Sapete quanti anni ha la storia del crisantemo? Oltre tremila. Le prime testimonianze sull’uso del crisantemo le troviamo in Cina, dinastia Shang, e risalgono al 1500 AC. Sono legate principalmente all’uso curativo della pianta.

Se il crisantemo è strettamente legato alla cultura cinese e coreana, il Giappone ne ha fatto il suo fiore ufficiale e il suo sigillo! Il Trono Imperiale è detto Trono del Crisantemo e l’emblema della Famiglia Imperiale Giapponese è un crisantemo giallo-dorato con 16 petali anteriori e 16 posteriori. Il Crisantemo è fiore imperiale dal XII secolo. L’Ordine del Crisantemo è il pù alto ordine cavalleresco del Giappone.

L’ingresso dei primi semi di crisantemo in Giappone è relativamente tardivo e gli storici lo fanno risalire al regno dell’Imperatore Nintoku (corsivo) nel IV secolo o al più tardi al periodo Nara nell’VIII secolo.

Un episodio, risalente al IX secolo, ci fa capire quanto, fossero amati i crisantemi! L’Imperatore Saga apprezzava a tal punto i crisantemi che, per fare in modo che tutta la corte ne potesse ammirare la splendida fioritura, ne ricoprì la più piccola delle due isole presenti nel lago Ōsawa, all’interno del giardino del palazzo di Daikaku-ji a Kyoto e realizzato, dallo stesso Saga, seguendo lo stile chisen-shuyu.

L’apprezzamento che destò questo evento nella corte è ricordato in un componimento del poeta Ki no Tomonori: “Avevo pensato che qui / potesse crescere un solo crisantemo. / Chi ha quindi piantato / l’altro nelle profondita del lago di Ōsawa?” La piccola isola, ancor oggi esistente, si chiama “Isola dei Crisantemi”. A quest’episodio, si fa risalire la nascita dell’importante scuola di arte floreale Ikebana Saga Goryū che, dopo circa 1200 anni, ha ancora la sua sede principale proprio a Daikaku-ji.

Durante il periodo Edo (1603-1868), con il Giappone assoggettato alla regola dello Shogun, le classi aristocratiche e i samurai, occupano parte del loro tempo libero in attività di giardinaggio, realizzando ampi giardini in cui selezionano molte cultivar di crisantemo.

I Giapponesi custodirono gelosamente il segreto della coltivazione di questo fiore, entro i confini dei loro giardini, fino al XVII secolo. Solo ad allora risalgono le prime notizie della presenza di varietà ornamentali di questo fiore in Europa e da lì nel resto del Mondo.

In molti stati Europei, per molti anni, il Crisantemo viene coltivato quasi esclusivamente per dedicarlo alla commemorazione dei defunti, soprattutto per coincidenza temporale tra la fioritura e le tradizionali celebrazioni. Negli ultimi anni questa tendenza fortunatamente sta cambiando e il crisantemo ha di nuovo conquistato il posto che gli spetta nei giardini e nelle composizioni floreali. Va ricordato che questo fiore, una volta reciso, resiste in vaso anche più di dieci giorni.

Il crisantemo, oltre alla grande varietà di forme e colori delle fioriture, ha un bel fogliame più o meno inciso che vira dal verde al grigio-verde ed ha un tipico e intenso profumo. Questa pianta ama suoli freschi e ben drenati. In inverno preferisce un terreno moderatamente asciutto e nelle zone più fredde è bene proteggerne il piede con una pacciamatura di foglie.

La quantità delle specie e variazioni ha portato, nel tempo, a numerose distinzioni nella classificazione botanica e nel 1995 il Chrysanthemum è stato rinominato suddividendolo in Dendranthema, Leucanthemum, Tanacetum e Nipponanthemum. Moltissimi cataloghi hanno già la nuova nomenclatura, noi del Vivaio Priola, per il momento, preferiamo ricordarli con il nome di crisantemi (fiori d’oro) per la gioia che portano con i loro colori nel giardino autunnale!

Inserisco ora le principali varietà di crisantemo che coltivo da anni, suddividendole in due gruppi e indicandone il link per quelle attualmente acquistabili nel nostro shop-online:

…Forse perché figlio della mezza stagione questo fiore è portatore di simboli all’insegna della perfezione…

Parte di una poesia di Lina Pia Sottile contenuta nella sua raccolta intitolata ‘Fleurs‘ per informazione su come acquistarlo inviare una mail a: carmelapiasottile2@gmail.com

Gruppo 1
  • Crysanthemum Zawadskii – denominazione attribuita nel 1829 dal Botanico austriaco Franz Herbich (1791–1865) in omaggio al Naturalista polacco Aleksander Zawadzki (1798–1868). Sin. Dendranthema zawadskii
  • Chrysanthemum ‘Psycho’ spumeggiante nuvola di piccole corolle regolari e fitte di un colore giallo caldo quando socchiuse che svelano via via un’infiorescenza che dal giallo centrale schiarisce gradualmente al bianco puro dei piccoli e regolari petali inferiori, generoso e la colorazione che assume la pianta con l’avanzare della fioritura è incantevole.
  • Chrysanthemum articum ‘Roseum’ piccolo crisantemo dal portamento quasi tappezzante adatto ai giardini di ghiaia. Si diffonde rapidamente in modo da formare un tappeto di fiori rosa-chiaro.
  • Chrysanthemum articum ‘Stella’ anche questo dal portamento tappezzante e di fioritura davvero brillante, ricca e luminosa coi piccole margherite bianche e centro giallo.
  • Chrysanthemum boreale (sin. Dendranthema boreale) proviene da Cina e Siberia, dove è coltivato per le sue proprietà medicinali, i fiori sono piccoli, giallo-crema, buono per aspetti naturalizzanti.
  •  Chrysanthemum nipponicum (sin. Nipponanthemum nipponicum) presente già dal 1963 nei giardini progettati da Gorian, e naturalmente poi con noi dal 1969. Bellissimo fogliame di ottima solidità, verde lucente, carnoso, robusto anche nelle zone marine. I fiori sono bianchi con centro giallo-verde.
  • Chrysanthemum pacificum ‘Silver and Gold’ conosciuto anche come Ajania pacifica ‘Silver and Gold‘, lo ebbi da Klose nel 1979, il fogliame importante di un verde oliva con ai bordi una sottile bordatura argentea, di grande effetto anche i piccoli fiorellini a bottone di un bel giallo vivo.
  • Chrysanthemum pacificum Bellania ‘Bengo Gold’ il fogliame è composto da un cuscino molto denso di un verde-argentato ed i fiori anch’essi molto densi giallo-arancio con il centro più scuro.
  • Chrysanthemum pacificum bellania ‘Bengo Rosa’ fogliame e fiori molto densi ed i fiori anch’essi molto densi rosa-salmone.
  • Chrysanthemum serotinum (sin. Leucanthemella serotina) con noi già dal 1970, ama i suoli freschi ed umidi, è vigorosa e robusta con un bel portamento eretto, il fogliame oblungo è grossolanamente dentato, cespuglio autosostenente, fiori in larghe margherite bianche con cuore giallo scuro che illuminano con grossi cespugli di circa 120-140 cm.
  • Chrysanthemum zawadskii subp. Coreanum questo crisantemo produce in settembre una profusione di piccoli fiori piatti, simili a margherite bianche (Leuchanthemum) con un luminoso centro giallo.
Gruppo 2

Tutte le cultivar del seguente gruppo le potrete vedere nelle due giornate del 28-29 ottobre. Le ho raccolte in tanti anni e molte volte, nei tanti anni di coltivazione, le ho perse ma poi fortunatamente ritrovate. Fatiche e ricerche di cui è valsa sempre la pena perché è certo che sono una ricchezza per i loro effetti di colore nell’autunno-inverno. Alcune di queste varietà non sono ancora nel nostro catalogo on-line.

  • Chrysanthemum x hortensis ‘Anastasia’ con noi già dal 1969, vecchia varietà avuta da Frikart. Eccellente effetto, fiori a pompon di un bel rosa luminoso.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Anne Lady Brockett’ fiore grande semplice rosa con albicocca al centro.
  • Chrysanthemum x hotensis ‘Apollo’ vecchia varietà ma sempre di ottima attrazione, fiori semidoppi arancio-rosso con grande centro giallo scuro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Bienchen’ varietà che detiene un primato per la resistenza. Con noi già dal 1981, fiori doppi, non molto grandi, ma in gran numero di un bel giallo scuro con centro arancio-marrone.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Bretforton Road’ varietà con disposizione molto elegante della fioritura semidoppia, ed i fiori di un bellissimo viola-porpora luminoso.
  • Chrysanthemum 'Brockenfeuer'Chrysanthemum ‘Brockenfeuer’ di crescita uniforme e ordinata, anche a grandi distanze si fa notare per il bellissimo effetto dei suoi fiori semidoppi rosso scuro e per la prolungatissima fioritura.
  • Chrysanthemum 'Bronzekrone'Chrysanthemum ‘Bronzekrone’ molto robusto, ha un bel portamento verticale e fiori semplici che a volte iniziano la fioritura già a fine settembre ma che si protrae fino ad inverno inoltrato, di un color bronzo accattivante.
  • Chrysanthemum 'Carmine Blush'Chrysanthemum x hotensis ‘Carmine Blush’ è con noi dal 1982 ed ha dimostrato di essere un cespuglio con molti pregi, il portamento ben arrotondato e ordinato molto robusto e facile, i fiori sono semplici leggermente profumati e di un bel color rosa-carminio.
  • Chrysanthemum 'Ceddie Mason'Chrysanthemum x hortensis ‘Ceddie Mason’ lo acquistai la prima volta da Häussermann nel 1986, è una robusta varietà a portamento eretto e di fioritura tardiva, i fiori sono semplici di un rosso-vinato luminoso con centro giallo piuttosto grande.
  • Chrysanthemum ‘Chelsea Physic Garden’ abbastanza insolito, il cespuglio è ben eretto, fiorisce ottimamente già da ottobre con fiori grandi, doppi a petali leggermente incurvati di un bel color rosso e sul retro dei petali riflessi ramati.
  • Chrysanthemum 'Chamois Rose'Chrysanthemum ‘Chamois Rose’ la prima volta l’ho avuto da Heinz Klose nel 1985, poi ritrovato presso Kristian Kreß, è una varietà molto generosa e di una stupenda fioritura rosa-albicocca sfumato panna.
  • Chrysanthemum ‘Cinderella’ l’ebbi da Heinz Klose nel 1985, semidoppio di un interessante rosso quasi bordeaux.
  • Chrysanthemum rubellum ‘Clara Curtis’ con noi già dal 1972, cespuglio e fioritura affascinante, fogliame frastagliato fiore semplice rosa luminoso.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Clementine’ lo trovammo in un giardino nel trevisano nel 1975, ordinato e robusto fiore doppio ed una grande massa di fiori arancio di grande effetto.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Corinna’ fiori piccoli molto attraenti, doppi con 3-4 strati di petali di un bel rosa scuro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Dance Salmon’ fiori semplici tubolari di bell’effetto per la miscelazione dei colori rosso-arancio-salmone, centro giallo-arancio
  • Chrysanthemum ‘di Angelo’ dedicato ad un nostro cliente, grande appassionato di piante aveva questa bellissima varietà a fiori larghi, semplici, particolare forma a cucchiaino del petalo rosa e rosa scuro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Dulwich Pink’ una bella e affidabile varietà che proviene dai giardini di Dulwich, molto resistente fiore semplice con due strati di petali prima rosa intenso che poi schiarisce.
  • Chrysanthemum ‘Edelgard’ l’ebbi da Wachter nel 1978, robusto e vigoroso, fiore semidoppio bianco con centro giallo-acido.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Emperor of China’ (sin. Cottage Pink) uno dei preferiti, con noi dal 1978, i fiori sono doppi di un bel rosa-argenteo, il cespuglio è generoso e robusto, le foglie con i primi freddi colorano di un bel rosso-rubino, provate ad accostarlo a qualche fogliame grigio tipo Artemisia.
  • Chrysanthemum ‘Esther’ degli anni 90, robustissimo sopporta anche i terreni pesanti, fioritura precoce con bellissimo fiori doppi prima arancio poi rosa-albicocca.
  • Chrysanthemum ‘Gabriella’ trovato e nominato da lei nel 1993, ha il fiore doppio di una luminosa colorazione rosa vivo luminoso che lo rende molto interessante.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Gerlinde’ un gioiello a fior di margherita, semplice, rosa chiaro con anello centrale bianco provate a miscelarlo con Aster ‘Monte Cassino’ sarà un gran successo.
  • Chrysanthemum ‘Gold Laced’ bella varietà selezionata da Schleipfer, molto ordinato, cespuglio di 70-90 cm, arancio scuro con sfumature giallo-arancio.
  • Chrysanthemum 'Golden Orfe'Chrysanthemum x hortensis ‘Golden Orfe’ molto ordinato anche se carico di fiori doppi piuttosto grandi di un belllissimo giallo-oro brillante.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Hebe’ dal Giardino Botanico Nikitsky nel 2009, affascinante, fiori semplici rosa-lilla con leggera sfumatura bianca al centro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Herbstkuss’ varietà selezionata da Schleipfer, molto resistente ai freddi invernali, il cespuglio è ordinato anche se di circa 80 cm, una stupenda fioritura rosso vinato più chiaro quando aperto.
  • Chrysanthemum ‘Himbeerrot’ varietà avuta da Kristian Kreß nel 2001, cespuglio di 80-90 cm, i fiori sono grandi e doppi e la fioritura è leggermente più tardiva, rosso-marrone.
  • Chrysanthemum 'Indian Summer'Chrysanthemum ‘Indian Summer’ avuto da Frikart nel 1969, fiori doppi molto pieni di petali ha una fioritura precoce giallo-arancio con marrone al centro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Jessie Cooper’ un bellissimo effetto su un cespuglio di soli 50-60 cm, fiori semplici piuttosto grandi di un importante color carminio.
  • Chrysanthemum ‘Jolie Rose’ molto attraente, fiori semplici rosa scuro con centro rosa più chiaro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Julchen’ avuto da Klose nel 1987, di crescita uniforme e compatta, graziosissimo, fiori piccoli a pompon bianco cangiante in rosa.
  • Chrysanthemum ‘Karminsilber’ selezione di Karl Foerster del 1967, con noi dal 1971, fiore doppio di particolare bellezza rosso-bordeaux soffuso di argenteo.
  • Chrysanthemum ‘Kleiner Bernstein’ con noi già dal 1971, ottimo e resistente, fiori semidoppi, scelto ed usato sovente da Gorian per il particolare colore albicocca-ambrato.
  • Chrysanthemum ‘Kleiner Eisbar’ avuto da Kristian Kreß, cespuglio folto con una miriade di fiori medio-piccoli bianco e giallo-crema.
  • Chrysanthemum ‘Lübeck’ del 1998, fioritura contenuta ma varietà robustissima e colore autunnale decisamente interessante, fiori doppi rosso-bruno con punte ocra.
  • Chrysanthemum ‘Mandarine’ l’ebbi nel 1981 da Klose, precoce, sano e robusto, fiori doppi arancio-bruno.
  • Chrysanthemum ‘Mei-Kyo’ vecchia e affidabile selezione, foglie verdi chiare, fiore a pompon rosa lucente.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Nantyderry Sunshine’ molto premiato bello e vigoroso, fiori piccoli a pompon di circa soli 2 cm, ricchissima fioritura giallo vivo.
  • Chrysanthemum ‘Nebelrose’ da Foerster nel 1969, petali a di cucchiaio, fiore doppio molto elegante, fiori di un bellissimo rosa argenteo.
  • Chrysanthemum ‘Ordensster’ vecchia varietà nominata da Ernst Pagels, molto robusto e durevole, steli ben verticali, fiori doppi, grandi marrone-dorato.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Paul Boissier’ per noi uno storico, già dal 1972, fiori semidoppi dal profumo di miele, larghi circa 5-6 cm di un bel color arancio-ramato.
  • Chrysanthemum ‘Pizzicato’ semidoppio di crescita uniforme e compatta, fiori grandi 5-8 cm di un vistoso rosso-carminio.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Poesie’ da Kristian Kreß nel 2003, fiore semidoppio di circa 5 cm bianco cangiante in rosa-porpora.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Raggio di Sole’ dedicato ad un nostro cliente, grande appassionato che aveva un vaso di questa varietà, di estrema vigoria con fiori molto larghi, semplici dai fiori con petali rosso-mattone e bordo giallo-oro.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Rehauge’ avuto da Frikart nel 1967, fioritura più tardiva perché non si rovini meglio zone più riparate, fiori doppi di color rame scuro.
  • Chrysanthemum ‘Romantica’ con noi già dal 1984, selezionato da Foerster, grande cespuglio piuttosto alto, fioritura tardiva fiori doppi di un bellissimo rosa confetto.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Rotes Julchen’ di taglia compatta, cresce ordinato ed ha tantissimi fiori doppi piccoli di un gioioso colore rosa scuro che con i primi freddi divengono più rossi.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Royal Command’ con noi dal 1969, una vecchia varietà molto robusta, fiori semplici rosso-magenta.
  • Chrysanthemum 'Ruby Mound'Chrysanthemum x hortensis ‘Ruby Mound’ una nota di forza in giardino, vigoroso, fiori doppi di circa 5 cm, ricca fioritura di un bel rosso-rubino scuro.
  • Chrysanthemum x hort. ‘Salzburg’ da Kristian Kreß nel 2009, molto rustico, adatto anche in vaso, fiorisce fino a tardi di un bel giallo vivo molto appariscente.
  • Chrysanthemum ‘Schaffhausen’ lo acquistai da Frikart nel 1967, fiori semplici non molto grandi ma numerosissimi di un luminosissimo giallo dorato.
  • Chrysanthemum ‘Schloßtaverne’ bello anche per il fogliame, molto resistente, i fiori sono doppi rosa scuro.
  • Chrysanthemum 'Schneesturm'Chrysanthemum ‘Schneesturm’ nel 1975 da un vivaio di Pettstad, molto bello ed importante, fiori doppi bianco con centro giallo-acido.
  • Chrysanthemum 'Schwabenstolz'Chrysanthemum x hortensis ‘Schwabenstolz’ il primo acquisto lo feci da Häussermann nel 1983, lo persi con l’inverno del 1984, e lo riebbi da Dieter Gaissmayer, pittoresco, fioritura precoce, fiori grandi doppi rosso scuro luminoso poi rosso-bordeaux.
  • Chrysanthemum 'Schweizerland'Chrysanthemum ‘Schweizerland’ l’ebbi da Frikart nel 1969, di ottima resistenza, numerosi fiori doppi, grandi, rosa-violaceo scuro.
  • Chrysanthemum ‘Suffan Cerise’ recente, da Kristian Kreß nel 2012, cespuglio molto vigoroso, fiori grandi ben allargati elegante e vistoso rosa-ciliegia.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Tapestry Rose’ preferisce terreni più sciolti, molto attraente per la fioritura a fiori semplici rosa scuro con giallo-verde al centro.
  • Chrysanthemum ‘Vagabond Prince’ con noi dal 1977, molto grazioso, facile i fiori sono piccoli, semidoppi rosa luminoso.
  • Chrysanthemum x hortensis ‘Venus’ una selezione di cui esistono più colorazioni, ma essendo con noi dalla fine degli anni ’70 abbiamo sempre questa con i fiori non molto grandi, semplici di un bel bianco che cangia in rosa con l’invecchiamento del fiore.
  • Chrysanthemum 'Vreneli'Chrysanthemum ‘Vreneli’ una vecchia varietà la ebbi da Frikart nel ’67, di taglia elevata arriva anche a 120-140 cm, attraenti fiori semi-doppi arancio-ramato.
  • Chrysanthemum 'Wedding Day'Chrysanthemum ‘Wedding Day’ bello e facile, fiore molto grande bianco-crema che cangia in albicocca.
  • Chrysanthemum ‘Weibe Nebelrose’ nominato da Karl Foerster, lo ebbi per la prima volta nel 1981, perso con il freddo dell’inverno 1985 ritrovato poi da Kristian Kreß, comunque una bellissima varietà sana e robusta, fiori doppi bellissimi e numerosi bianco puro.
  • Chrysanthemum ‘Weinrot und Kupper’ nominato così da Christian Kreß, fiori semplici rosso-ramato.
  • Chrysanthemum 'Weiterstad'Chrysanthemum ‘Weiterstad’ recente, del 2009 di grande effetto, ottimo per primi piani, fiori doppi giallo scuro che vira in arancio.
  • Chrysanthemum x hort. 'White Bouquet' vecchia varietà di grande effetto che ebbi da Frikart nel 1969, ma sempre attuale, fiori a pompon bianco puro con centro crema.
  • Chrysanthemum ‘Winning’s Red’ proprio un ‘vincente’ per la sua bellezza, fiori semplici ben disposti a raggiera rosso vivo quasi vellutato, bottone giallo-arancio.
  • Chrysanthemum 'Yellow Satellit'Chrysanthemum ‘Yellow Satellit’ una taglia importante che supera i 90-100 cm, di grande effetto, resistente, fiori con petali sottili ben aperti, giallo-oro.

Vi invito a consultare il nostro shop online per acquistare anche tramite posta le nostre piante. Nel catalogo online alla voce Chrysanthemum inoltre potrete ammirare anche le immagini dei crisantemi non inserite per motivi di spazio!

I Giapponesi, con il loro amore per la floricoltura, nei secoli, come vi ho accennato nell’introduzione, hanno fatto del crisantemo molto più di un semplice fiore. Ogni singolo fiore è un’opera d’arte. Il crisantemo “kiku” è un tema ricorrente nell’arte e nella decorazione di abiti e stoffe.

Questa ricerca e selezione continua oggi con grande entusiasmo in tutto il Mondo e così nel nostro vivaio e io spero, attraverso queste righe, di riuscire a trasmettervi l’ammirazione che provo per questo fiore che ci ha accompagnati e allietati in tutti gli anni della professione vivaistica!

Se il fiore di ciliegio rappresenta la bellezza spontanea e naturale della giovinezza, evanescente e transitoria, il crisantemo rappresenta una bellezza più “costruita e consapevole” che appartenente alla maturità. Sarà forse anche per questo che lo apprezzo sempre di più con il passar del tempo?

Il momento culminante della coltivazione dei crisantemi in Giappone si celebra il 9 settembre (nono giorno del nono mese) durante il Kiku no sekku o “Giorno dei Crisantemi”, ma le esposizioni, le celebrazioni e le feste si protraggono fino a dicembre.

Nella cultura orientale il crisantemo simboleggia l’autunno, una delle stagioni dell’anno e della vita dell’uomo. Le altre sono rappresentate dal pruno, dall’orchidea e dal bambù. Questo particolare momento dell’anno, all’interno di una visione ciclica della vita, viene visto come momento di rinascita, una “seconda primavera” che giunge tra la calda estate e il freddo inverno.

Noi le Giornate del Crisantemo le festeggeremo il 28 e il 29 ottobre nel nostro vivaio di Treviso in cui si svolgerà la manifestazione “La magia dei colori invernali” di cui vi invito a consultare il ricco programma! Per cui vi aspetto convinto che, all’interno dell’ampia esposizione, troverete degli ottimi spunti di interesse per il giardino, per le terrazze o i balconi!

Pier Luigi Priola

 

chrysanthemum

X Chiudi

Tutti i campi sono obbligatori