Chiudi ×

puoi premere Esc per chiudere

In questo spazio potete visualizzare in tempo reale:

  • I nostri video
  • Le comunicazioni ai nostri clienti
  • Le promozioni in corso
  • Le previsioni meteo a Treviso nei prossimi 4 giorni

Azienda Agricola Priola Pier Luigi via delle Acquette 4 - 31100 Treviso (Treviso) - Italia


La Ceasalpinia

mercoledì, 9 maggio 2018

Ceasalpinia

Caesalpinia japonica, negli anni 1970-1980 la utilizzavamo con l’Architetto Franz Bogaert come siepe difensiva…foto della recinzione del vivaio

La Ceaselpinia che ho all’ingresso del vivaio di Treviso in questi giorni è letteralmente una cascata di fiori raccolti in racemi giallo puro luminoso che risaltano meravigliosamente sul fogliame leggero e delicato di un bel verde brillante.

Non ho resistito al desiderio di condividere con voi la foto di questa vedette che, ogni volta che fiorisce, mi riporta alla mente il piacevole ricordo dell’Architetto Franz Bogaert che, intorno agli anni Settanta del Novecento, la utilizzava come siepe difensiva in appoggio a recinzioni o pareti assolate e calde.

La mia è una Caesalpinia decapetala var. Japonica ed ha una storia affascinante legata ad avventurosi e temerari personaggi come Siebold che, tra Settecento e Ottocento, hanno scritto un pezzo importante della storia dei nostri giardini esplorando terre allora sconosciute e a volte anche proibite, come il Giappone del periodo Edo, che racchiudevano veri tesori botanici che oggi donano bellezza ed eleganza ai nostri giardini.

Ho usato la parola “difensiva” non a caso perché il nome comune inglese di questa pianta è artiglio di gatto ed è legato alle acuminate spine che ne ricoprono le ramificazioni. Proprio grazie a questa caratteristica, questa leguminosa, originaria dell’Asia, si è diffusa e naturalizzata in molte aree tropicali e sub-tropicali del nostro pianeta.

La Ceasalpinia è poco esigente e si adatta facilmente a posizioni calde e soleggiate in terreni di qualsiasi tipo purché ben drenati, ma non eccessivamente secchi tra mare e collina. Il suo sviluppo va controllato e necessita di un supporto che la sostenga e la guidi.


La Spirea

mercoledì, 9 maggio 2018

spirea

Spiraea x vanhouttei ‘Golden Fontain’ ®

I morbidi archi fioriti della Spiraea x vanhouttei conquistano il cuore degli amanti dei giardini da oltre 150 anni. Basta guardare la foto della Spiraea x vanhouttei ‘Golden Fontain’ ® che ho scattato oggi in vivaio per comprenderne il successo.

La sua semplice, elegante e, nello stesso tempo, rusticissima bellezza per me resta insuperata. La sua esuberante e leggera fioritura ogni anno mi conquista e conferma il suo primato.

La Spiraea, per esprimersi al meglio, necessita di soli tre ingredienti fondamentali: una posizione soleggiata o al più semiombreggiata, un terreno non eccessivamente compatto e qualche innaffiatura per placarne la sete nei periodi siccitosi.

Questa nobil dama del giardino è stata selezionata nella seconda metà dell’Ottocento da un vivaista francese di nome Billiard, ma come spesso avviene per chi fa questo mestiere, la sua fama è strettamente legata al famoso orticoltore belga L.B. Van Houtte a cui si deve la sua rapida diffusione in tutto il mondo.

L’ascendenza di questo ibrido, generalmente, è fatta risalire ad un felicissimo incontro tra una tra Spiraea trilobata e Spiraea cantoniensisSpiraea aquilegifolia var. vanhouttei.

Questo pluripremiato arbusto (Award Garden Merit della RHS) non supera generalmente i 2 metri di altezza e non è particolarmente suscettibile all’attacco di parassiti o al freddo. Come tutti gli arbusti a fioritura primaverile, va potato solamente dopo la fioritura. Un arbusto perfetto sia come singolo esemplare che per formazioni lineari da mantenere in forma libera.

La Spiraea x vanhouttei è una pianta molto resistente agli stress e questo le ha fatto conquistare anche il difficile terreno degli spazi pubblici ed è tutto dire.

La Spiraea vanhouttei è anche ricordata come “ghirlanda nuziale”, sia in riferimento al colore delle candide inforescenze arcuate a grappoli umbellati, che al periodo di fioritura ricadente in genere, nelle nostre zone, proprio nel mese di maggio.

La Spiraea x vanhouttei ‘Golden Fontain’ ®, che ho in assortimento in vivaio tra le altre Spiraea, è una splendida selezione inglese caratterizzata dal fogliame dorato che in autunno vira in arancio. Il colore del fogliame di questa Spiraea la candida anche come ottima compagna di rose a fiore giallo dorato. Venite in vivaio a scoprirlo.


Le rose e le perenni per la loro compagnia, 12 – 13 maggio 2018

martedì, 1 maggio 2018

Sabato 12 e Domenica 13 Maggio 2018 con orario continuato dalle 9:00 fino a sera

Le rose e le perenni per la loro compagnia

rose

Ospiti delle due giornate saranno


X Chiudi

Tutti i campi sono obbligatori